Sclerosi del Collo Vescicale

La malattia o sclerosi del collo vescicale è caratterizzata dalla iperplasia o dallo spasmo del collo vescicale accompagnato da una fibrosi sottomucosa intrasfinterica e da una sclerosi extrasfinterica.
Nella forma primitiva le alterazioni anatomiche iniziano nel lattante e nel bambino ed i sintomi caratterizzati da disuria, pollachiuria, dolenzia e gocciolamenti post-minzionali, si manifestano quando inizia il processo di iperplasia prostatica, pertanto già intorno ai 30 anni possono comparire alterazioni minzionali.
La forma secondaria può dipendere da patologie del tessuto nervoso, come lesioni del midollo spinale, patologie virali, sclerosi multipla, o conseguire a chirurgia prostatica per iperplasia (TURP) e (adenomectomia trans-vescicale) o per tumore prostatico prostatectomia radicale.
La diagnosi di certezza può essere effettuata con uretrocistoscopia rigida o flessibile o con uretrocistografia retrograda e minzionale.

TULIP (trans uretral laser incision of the prostate)

Il trattamento si può giovare in una prima fase delle terapia medica (alfa-litici) e della terapia chirurgica endoscopica tuip (con sistema monopolare) e tulip (trans uretral laser incision of the prostate, vedi video) con buone probabilità di conservare la fisiologica eiaculazione anterograda.